Ibrida. Una birra fatta con il pane

Ibrida è una BIRRA AL PANE che non mira a cambiare il mondo nella lotta contro gli sprechi alimentari, ma si attiva per dare una seconda vita al pane cotto con amore e passione dai forni locali di Milano. Il nome Ibrida rappresenta la perfetta sintesi tra la tradizione della preparazione della birra e i trend della produzione del pane, ma anche il connubio tra lo spirito imprenditoriale e sociale. Un nome, una storia da raccontare.

Ibrida per i quartieri

Ibrida non è solo una birra al pane, ma una Birra di Quartiere al pane. “Ibrida x I Quartieri” è un modello scalabile e replicabile che si fonda sulla collaborazione sinergica con un network di partner – birrifici, panetterie, produttori locali, community hub, associazioni e luoghi di socialità – che si uniscono per condividere la stessa mission. Così facendo, Ibrida desidera essere un aggregatore sociale, più che una semplice birra.

Birra sostenibile contro lo spreco di cibo

Lo spreco del pane è un problema significativo che le panetterie devono affrontare. In Italia, il 19% dello spreco di cibo è attribuibile proprio al pane. Si tratta di una cifra importante e pensare di ridurla ha rappresentato la scintilla nel voler fare la differenza. Con lo scopo di rispondere all'Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 12 – Consumo e Produzione responsabili – Ibrida vuole dare una seconda vita a questo prodotto, trasformandolo in una birra locale, sociale, inclusiva e circolare.

malto
Birra prodotta

I nostri valori

  • Locale

    Creare un birra di qualità da prodotti locali a km 0

  • Inclusiva

    Connettere una pluralità di attori sul territorio

  • Sociale

    Stimolare la partecipazione locale fungendo da palcoscenico per attività ad impatto sociale

  • Circolare

    Offrire una nuova prospettiva sul riutilizzo delle risorse e sul ciclo di vita degli ingredienti

Ibrida birra into the wild

I nostri obiettivi

Ibrida mira a trasmettere valori di cambiamento, fornendo una visione proattiva e riflessiva per far fronte al problema dello spreco del cibo e attivando la comunità locale.

Riutilizzare

il pane in eccesso

Rafforzare

le aree in crescita

Reimmaginare

opportunità locali